electric lorem
PRG / M – “Assioma Geometrico” per SPAGIRIA

PRG / M – “Assioma Geometrico” per SPAGIRIA

0 Share

PRG / M – “Assioma Geometrico” per SPAGIRIA

L’ultima trasformazione di Pier Giuseppe Mariconda ha un nome: PRG/M. PRG/M è il lato più oscuro di Pier, che ha trovato espressione nell’EP “Assioma geometrico”, uscito per Spag ...

L’ultima trasformazione di Pier Giuseppe Mariconda ha un nome: PRG/M.

PRG/M è il lato più oscuro di Pier, che ha trovato espressione nell’EP “Assioma geometrico”, uscito per Spagiria il 23 gennaio 2017, label romana che nasce dalla costola di Eklero Records.

Noi di Electric Lorem siamo particolarmente affezionati a questo artista, si perché l’abbiamo già incontrato un paio di anni fa, accompagnato dall’amico Nicola Virnicchi nel progetto Sub:ion, e già allora ci aveva fatto tremare con pezzi come quelli di “Eliogabalo”, usciti per la Blackwater Label.

Come PRG/M ha invece portato alla luce un anno fa l’EP “Ninsei” per Concrete Records, contenente anche il remix dell’artista bolognese Matter.

Un concept non da poco quello sta alla base. Ninsei è parte di un cybermondo dove a farla da padrone è solo la tecnologia: ciò che rimane agli esseri umani è rifugiarsi per la maggior parte del tempo in una realtà virtuale.

I suoni cupi e robotici che caratterizzano le tracce riescono nell’intento di proiettarci in questo mondo di automi e ci rendono partecipi dell’angoscia che si prova al suo interno.

Arriviamo ora al suo ultimo lavoro: “assioma geometrico” non delude le nostre aspettative e anche in questa occasione PRG/M ci sbalordisce con le sue sonorità e con il concetto che le tiene insieme. Ogni singola traccia è un postulato, che contiene pattern ricorrenti che diventano colonne portanti dell’intera struttura, fino a renderla indistruttibile.

L’assioma geometrico risultante è l’insieme di suoni e di figure che si incastrano fra loro alla perfezione. I ritmi sono classici ed incalzanti, i bassi risuonano dentro la cassa toracica, restiamo ipnotizzati.

La sensazione che si prova ascoltando il postulato di PRG/M è proprio quella di ipnosi: se la cassa toracica è occupata a contenere i bassi, contemporaneamente il cervello lavora a mille e segue in trance suoni e composizioni che si formano e crescono. I suoni ricorrenti di PRG/M sono oscuri, malinconici, fanno parte dell’anima dell’artista stesso. Questa malinconia di sottofondo si riversa nella musica e sfocia in un ambient dalle tinte dark che permea tutti i suoi lavori.

Articolo a cura di Orsola Poli