electric lorem
Lunatik – My Space EP

Lunatik – My Space EP

0 Share

Lunatik – My Space EP

Lunatik è il moniker di Alessandro Giustini, gran dj techno Romano con all’attivo diverse pubblicazioni, qualche set in giro per la capitale e una performance da non dimenticare al ...

Lunatik è il moniker di Alessandro Giustini, gran dj techno Romano con all’attivo diverse pubblicazioni, qualche set in giro per la capitale e una performance da non dimenticare al mitico Tresor di Berlino. Ed è proprio alla scena della città tedesca che Lunatik si rivolge. E da questa prende ispirazione.

Per festeggiare la prima release stampata in vinile della sua personale etichetta, la Absolute Records, il producer romano ha tirato fuori un EP perfetto per farvi rimettere in forma per la prova costume; si tratta di ‘My Space EP’, due tracce e altrettanti remix davvero d’impatto. Non potrete fare a meno di agitare quel fondoschiena che tanto ha contribuito a plasmare la forma dei cuscini del vostro divano.

Ma veniamo ora alle tracce in questione: sul lato A troviamo ‘Annulla’, che parte subito cattiva cattiva. Una cavalcata “soda” e compatta, con un synth ipnotico a contorcersi su di un tappeto di bassi davvero groovy. Il remix di DE vs. Troit, presente sullo stesso lato, porta il lavoro di Lunatik ad un livello di cattiveria ancora superiore: i bpm aumentano, la cassa si fa incalzante e le luci si spengono. Delirio. Il nome del remixer non potrebbe suggerire di meglio.

Sul B-Side troviamo la traccia che da il nome al dischetto: molto meno “densa” della prima, ‘My Space’ si caratterizza per una stratificazione di suoni eterei e molto ariosi, accompagnati da batterie soft e quasi spazzolate delicatamente. Anche in questo caso il remix del pezzo, a cura di Manuel di Martino, enfatizza le sfumature da dancefloor della produzione e dona quel giusto livello di cupezza al tutto, in modo da non farvi trovare spaesati tra il fumo e le schiene sudate di un qualsivoglia scantinato berlinese adibito a scannatoio techno.

Per concludere, ci troviamo di fronte ad una release davvero interessante, che speriamo possa essere la prima di una lunga serie di stampe in vinile di ottima qualità. Le aspettative ci sono tutte.