electric lorem
Apolide Festival

Apolide Festival

0 Share

Apolide Festival

Ultimi giorni di Luglio. Il caldo morde così forte che quasi rimpiangi quell’estate dei tuoi sette anni passata a Ladispoli con il parentame al completo. Ma ora sei qui, in città. ...

Ultimi giorni di Luglio. Il caldo morde così forte che quasi rimpiangi quell’estate dei tuoi sette anni passata a Ladispoli con il parentame al completo.
Ma ora sei qui, in città.
Pochi soldi, tanta voglia di circondarsi di fresco e musica. Che fare? La risposta potrebbe essere Apolide Festival, che si svolge tra il 28 e il 31 Luglio nell’area naturalistica di Pianezze Vialfrè, in provincia di Torino. giunto ormai alla sua tredicesima edizione, l’evento si pone l’ambizioso obiettivo di radunare una cinquantina di artisti e migliaia di corpi sudati e ballanti in un’area verde di centomila metri quadrati. Workshop, esposizioni, area bambini, sessioni mattutine di yoga e…Calcutta. Ma anche tanta (tantissima) buona musica, che spazia dalle sonorità più prettamente Pop di Jain fino ad arrivare all’amata elettronica, nella sua rappresentazione più sperimentale e “nostrana”. Da segnalare, tra gli altri, il nostro buon Santhiago a.k.a. Andrea Vecchio e Luskaet, entrambi in trasferta da Bologna. I palchi sono tre e si fa sul serio da mattina a sera, anzi, notte. Oltre al classico Main e l’elettronico Soundwood (Philippe Renard, Degio’s, Tom Is Yes & Under, EXIT, Diogenes, Sonambient, Fiodor, Gianni Coviello, Ai Lati, Riccardo Plan, Gue & Lo2, N.O.N., FM Harlock) è d’obbligo un approfondimento per quanto riguarda il Boobs stage, davvero interessante. E non solo per il nome: breakfast live, reading e concerti che invitano alla contaminazione e alla fuga da quelli che sono i nostri territori musicali. Facendoci sentire Apolidi, quantomeno musicalmente parlando. Infine, un dettaglio non da poco: l’abbonamento per tutti e quattro i giorni costa venti euro tondi tondi e comprende il camping. Pagherete meno di una giornata di mare a Ladispoli, davvero.
Insomma, concludiamo consigliandovi di prendere qualche giorno di ferie.O di boicottare quell’ultimo, sadico esame della sessione estiva. Ne varrà la pena.

Gli organizzatori dell’ Apolide Festival (Salvatore Perri e Filippo Tha) sono stati ospiti telefonicamente sulle frequenze di Radio Città del Capo durante la trasmissione il Salotto di Electric Lorem raccontando i retroscena del festival e cosa c’è da aspettarsi.

Potete ascoltare l’intervento cliccando play subito dopo.